Massimo Contrasto
Debito Psichico

Massimo Rendimento, Massimo Livello, Massimo Rumore, Massimo Nitore, Massimo Contrasto, Massimo Equilibrio...: la sequenza di nomi d'arte attribuiti a se stesso da Massimo Cittadini, al di la' del vezzo giocoso e' forse una spia indicativa del suo pensiero. Rivela infatti un atteggiamento di aperura nei confronti della moltiplicazione di identitł affacciatesi sulla scena del nostro universo tecnologico e della possibilita' rischiosa e spesso dolorosa di reinventarsele. Un processo di trasformazione antropologica ancora agli inizi sembra atto. Ma perche' se ne liberi il gradiente positivo e' necessario che 'la macchina' venga utilizzata 'per cambiare la macchina', ossia che si riesca a valorizzare il potenziale creativo e democratico del nuovi mezzi, garantendo un loro uso trasparente e alla portata di tutti.
Non e' casuale allora che insieme ai lavori di computer grafica e a videoinstallazioni a sfondo linguistico-critico, Massimo Contrasto abbia privilegiato negli ultimi anni l'uso del Mandala System elettronico, che tra i vari sistemi di RV e' quello a piu' alta densitł di sperimentazione artistica, a piu' alto potenziale liberatorio e immaginifico. Entrare nello schermo, interagire con un sistema di immagini e informazioni solo in parte prevedibili, significa infatti anche lasciarsi coinvolgere, ampliare i propri stati coscienziali, sentirsi partecipe alla costruzione di diversi livelli di realta'.(a.m.)



Debito Psichico e' un'installazione interattiva basata sull'uso di una telecamera o del 'Mandala System'. L'interattore, entrando nella zona interattiva,vede riflessa la sua immagine virtuale all'interno di uno scenario in computer grafica che simula uno schermo televisivo, con tre bottoni in alto. I tre bottoni, PAUSA, INFO, PLAY, al contatto con l'interattore conducono a differenti situazioni: con il PLAY lo schermo televisivo si anima di un loop di fotogrammi casuali accompagnati da una musica ripetitiva e 'disturbante', l'interazione Ć praticamente nulla. Con la PAUSA ci si trova in un fotogramma pseudo-casuale a cui sono sovrapposte delle scritte: toccando la scritta 'Compra' comparira' la scritta 'Consuma', toccando 'Consuma' comparira' 'Danger', e cosô via; in sottofondo un 'OM' ripetuto fa da base ai suoni associati ai contatti con le scritte. Con il bottone 'INFO' si entra in uno scenario caratterizzato da una serie di scritte in movimento, piŁ o meno interattive: la frase 'L'esercito dell'ignoranza non si stanca mai. Il progresso e' un mito. Niente cambia si stampa al centro dello schermo finche' non si torna al 'PLAY' o alla 'PAUSA'.
(...) Troppo spesso vediamo riconoscimenti costruiti solo grazie alle onde televisive - Guardare la TV non e' solo guardare la TV - Le immagini e i suoni non possono essere fermati - La scelta del PLAY e' inevitabile - MIND YOUR ACTION!
Massimo Contrasto


Associazione Culturale Multilink
Connessione Internet a cura di Rete Pandora.

Torna alla Virtual Light home page